ALCHIMIE LINEARI

I miei lavori sono il frutto di un lungo iter creativo che parte dalla necessità di superare il dolore e la sofferenza per sublimarli.
I miei occhi in passato si sono soffermati sui luoghi più remoti della terra, tra i popoli più lontani da noi, a volte anche scortata da guardie armate.
Dalle foto di viaggio, memoria di incredibili emozioni e riflessioni, è nato il mio ultimo progetto fotografico che ho intitolato “Alchimie lineari” incentrato sulla natura e sul desiderio di trovare e condividere quel mondo intatto, che troppo spesso sfugge ai nostri occhi ed alla nostra conoscenza.
Volevo mostrare la natura in tutto il suo splendore e l’ho trovata in spazi sconfinati caratterizzati da una eccezionale biodiversità.
Immensi deserti praticamente intatti, terre ghiacciate e catene montuose che incutono timore per la loro magnificenza.
Mi piace afferrare ciò che risiede nel cuore delle cose, trasformare la natura infondendovi il mio spirito, il mio personale pensiero.
Il mio obiettivo ha quindi messo a fuoco la materia decontestualizzando il paesaggio, isolandone i particolari, frantumando l’immagine alla ricerca della bellezza, della semplicità, della purezza, dell’essenza.
Le linee, le diagonali, le curve sono state per me importanti tracce invisibili, nei luoghi pressoché inaccessibili che ho appena scoperto e fotografato.

Tutte le opere qui riprodotte sono opere uniche.

Stampa Giclée su carta baritata montata sotto plexiglas.